Nuovo JLPT

Quest’anno è stato l’utimo in cui si poteva sostenere il JLPT alla solita maniera. Dall’anno prossimo il JLPT cambierà, e per noi che siamo europei, quindi paesi i cui i kanji non sono utilizzati nel sistema di scrittura, comporterà un vantaggio e qualche svantaggio.
Se non lo sapevate il vecchio JLPT prevedeva 4 livelli di difficolta’.
I livelli avanzati che sono il 1° ed il 2° livello, e i livelli intermedio-base che sono il 4° ed il 3° livello.
A quanto pare con il nuovo JLPT, ci sara’ l’introduzione di un livello intermedio tra il livello 2 e quello 3, perchè tra i due effettivamente, c’è un divario enorme.
Comunque, ritornando al discorso dei vantaggi e svantaggi, il vantaggio è il fatto che verrà rimosso il test della scelta dei kanji in base alla scrittura.
Non so voi ma io l’ho sempre odiato questo test, è un test bastardo perchè ti fa scegliere tra kanji i cui simboli grafici sono simili tra loro, e ci si incappa spesso e volentieri in errori, che possono compromettere anche l’intero testo dei kanji (漢字・語彙).
Facendo un esempio pratico:
la parola “registrazione di un suono” si scrive in hiragana 録音, ed il povero malcapitato deve scegliere ad esempio tra:

1)録音   2)緑音   3)縁音   cosa non per niente facile, soprattutto nel momento dell’esame in cui si è tesissimi.    
Ad ogni modo, questo sarebbe il piccolo vantaggio.

L’enorme svantaggio a mio avviso è che verrà abolita la grammatica, o per meglio dire non verrà abolita, ma verrà ridotta e inserita assieme al test di kanji e termini (漢字・語彙). E per di più verranno aumentate le prove di comprensione del testo (読解) e l’ascolto (聴解), che sarà quasi il doppio.
Infine, pare che se non ri raggiunga il 70% di risposte esatte nella prova di ascolto, ci si può considerare automaticamente non promossi. Comunque, ancora questo fatto del 70% della prova d’ascolto non è stato deciso completamente. Per sapere informazioni dettagliate non ci resta che attendere.

Nuovo JLPTultima modifica: 2009-12-22T07:27:47+00:00da gacchan_ki
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento